Calendario Liturgico Regionale Siciliano

 

Ciclo Festivo A - Ciclo Feriale Pari

Colore :Verde

  • Martedì della V settimana del Tempo Ordinario
  • Ferie del tempo ordinario
  • Opp. B.Maria Vergine di Lourdes - Mem.fac.(bianco)
    Opp. S.Castrense, vescovo - Mem.fac.(bianco) dal Proprio Regionale
  • Messa a scelta
  • Letture : 1Re 8,22-23.27-30: Tu hai detto, Signore: «Lì porrò il mio nome!». Ascolta la supplica del tuo popolo Israele.
    Salmo 83: Quanto sono amabili, Signore, le tue dimore!
    Vangelo Mc 7,1-13: Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini.
    Oppure nella Messa della B.V.M. di Lourdes:
    LEZ.SANTI
    :
    -Is 66,10-14c: Rallegratevi con Gerusalemme.
    - Salmo Gdt 13,18-19: Tu sei l onore del nostro popolo.
    - Vangelo Gv 2,1-11: Questo, a Cana di Galilea, fu l’inizio dei segni compiuti da Gesù.
  • MONREALE: S.Castrense, vescovo - Patrono principale della Città e Arcidiocesi - Solennità (bianco)
  •  

    Prima lettura

    1Re 8,22-23.27-30

    Tu hai detto, Signore: «Lì porrò il mio nome!». Ascolta la supplica del tuo popolo Israele.


    Dal primo libro dei Re

    In quei giorni, Salomone si pose davanti all’altare del Signore, di fronte a tutta l’assemblea d’Israele e, stese le mani verso il cielo, disse:
    «Signore, Dio d’Israele, non c’è un Dio come te, né lassù nei cieli né quaggiù sulla terra! Tu mantieni l’alleanza e la fedeltà verso i tuoi servi che camminano davanti a te con tutto il loro cuore.
    Ma è proprio vero che Dio abita sulla terra? Ecco, i cieli e i cieli dei cieli non possono contenerti, tanto meno questa casa che io ho costruito!
    Volgiti alla preghiera del tuo servo e alla sua supplica, Signore, mio Dio, per ascoltare il grido e la preghiera che il tuo servo oggi innalza davanti a te! Siano aperti i tuoi occhi notte e giorno verso questa casa, verso il luogo di cui hai detto: “Lì porrò il mio nome!”. Ascolta la preghiera che il tuo servo innalza in questo luogo.
    Ascolta la supplica del tuo servo e del tuo popolo Israele, quando pregheranno in questo luogo. Ascoltali nel luogo della tua dimora, in cielo; ascolta e perdona!».

    Parola di Dio

    Salmo responsoriale

    Salmo 83

    Quanto sono amabili, Signore, le tue dimore!

    R

    L’anima mia anela
    e desidera gli atri del Signore.
    Il mio cuore e la mia carne
    esultano nel Dio vivente.

    R

    Anche il passero trova una casa
    e la rondine il nido dove porre i suoi piccoli,
    presso i tuoi altari, Signore degli eserciti,
    mio re e mio Dio.

    R

    Beato chi abita nella tua casa:
    senza fine canta le tue lodi.
    Guarda, o Dio, colui che è il nostro scudo,
    guarda il volto del tuo consacrato.

    R

    Sì, è meglio un giorno nei tuoi atri
    che mille nella mia casa;
    stare sulla soglia della casa del mio Dio
    è meglio che abitare nelle tende dei malvagi.

    R


    Canto al Vangelo (Sal 118)


    Alleluia, alleluia.

    Piega il mio cuore, o Dio, verso i tuoi insegnamenti; donami la grazia della tua legge.

    Alleluia.


    Vangelo

    Mc 7,1-13

    Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini.


    + Dal Vangelo secondo Marco

    In quel tempo, si riunirono attorno a Gesù i farisei e alcuni degli scribi, venuti da Gerusalemme.
    Avendo visto che alcuni dei suoi discepoli prendevano cibo con mani impure, cioè non lavate – i farisei infatti e tutti i Giudei non mangiano se non si sono lavati accuratamente le mani, attenendosi alla tradizione degli antichi e, tornando dal mercato, non mangiano senza aver fatto le abluzioni, e osservano molte altre cose per tradizione, come lavature di bicchieri, di stoviglie, di oggetti di rame e di letti –, quei farisei e scribi lo interrogarono: «Perché i tuoi discepoli non si comportano secondo la tradizione degli antichi, ma prendono cibo con mani impure?».
    Ed egli rispose loro: «Bene ha profetato Isaìa di voi, ipocriti, come sta scritto:
    “Questo popolo mi onora con le labbra,
    ma il suo cuore è lontano da me.
    Invano mi rendono culto,
    insegnando dottrine che sono precetti di uomini”.
    Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini».
    E diceva loro: «Siete veramente abili nel rifiutare il comandamento di Dio per osservare la vostra tradizione. Mosè infatti disse: “Onora tuo padre e tua madre”, e: “Chi maledice il padre o la madre sia messo a morte”. Voi invece dite: “Se uno dichiara al padre o alla madre: Ciò con cui dovrei aiutarti è korbàn, cioè offerta a Dio”, non gli consentite di fare più nulla per il padre o la madre. Così annullate la parola di Dio con la tradizione che avete tramandato voi. E di cose simili ne fate molte».

    Parola del Signore

    Opp. Nella Messa della B.V.M. di Lourdes


    Prima lettura

    Is 66,10-14c

    Rallegratevi con Gerusalemme.


    Dal Libro del Profeta Isaia.

    Rallegratevi con Gerusalemme,
    esultate per essa quanti la amate.
    Sfavillate di gioia con essa
    voi tutti che avete partecipato al suo lutto.
    Così succhierete al suo petto
    e vi sazierete delle sue consolazioni;
    succhierete, deliziandovi,
    all'abbondanza del suo seno.
    Poiché così dice il Signore:
    «Ecco io farò scorrere verso di essa,
    come un fiume, la prosperità;
    come un torrente in piena
    la ricchezza dei popoli;
    i suoi bimbi saranno portati in braccio,
    sulle ginocchia saranno accarezzati.
    Come una madre consola un figlio
    così io vi consolerò;
    in Gerusalemme sarete consolati.
    Voi lo vedrete e gioirà il vostro cuore,
    le vostre ossa saran rigogliose come erba fresca.
    La mano del Signore si farà manifesta ai suoi servi,
    ma si sdegnerà contro i suoi nemici.

    Parola di Dio

    Salmo Responsoriale

    Gdt 13, 18-19

    Tu sei l'onore del nostro popolo.

    R

    Benedetta sei tu, figlia
    davanti al Dio altissimo
    più di tutte le donne,
    e benedetto il Signore Dio,
    che ha creato il ciclo e la terra,

    R

    Il coraggio che ti ha sostenuta
    non cadrà dal cuore degli uomini:
    essi ricorderanno per sempre
    la potenza del Signore.

    R


    Vangelo

    Gv 2,1-11

    Questo, a Cana di Galilea, fu l’inizio dei segni compiuti da Gesù.


    + Dal Vangelo secondo Giovanni

    In quel tempo, vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea e c’era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli.
    Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno vino». E Gesù le rispose: «Donna, che vuoi da me? Non è ancora giunta la mia ora». Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela».
    Vi erano là sei anfore di pietra per la purificazione rituale dei Giudei, contenenti ciascuna da ottanta a centoventi litri. E Gesù disse loro: «Riempite d’acqua le anfore»; e le riempirono fino all’orlo. Disse loro di nuovo: «Ora prendetene e portatene a colui che dirige il banchetto». Ed essi gliene portarono.
    Come ebbe assaggiato l’acqua diventata vino, colui che dirigeva il banchetto – il quale non sapeva da dove venisse, ma lo sapevano i servitori che avevano preso l’acqua – chiamò lo sposo e gli disse: «Tutti mettono in tavola il vino buono all’inizio e, quando si è già bevuto molto, quello meno buono. Tu invece hai tenuto da parte il vino buono finora».
    Questo, a Cana di Galilea, fu l’inizio dei segni compiuti da Gesù; egli manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.

    Parola del Signore

Agosto 2020
LMMGVSD
0102
03040506070809
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Settembre 2020
LMMGVSD
010203040506
07080910111213
14151617181920
21222324252627
282930